Milano: Museo del 900

Il successo di pubblico, il record d’affluenza di oltre100.000 visitatori nei soli primi 13 giorni, lanciano il Museo del Novecento di Milano verso il traguardo di mezzo milione di visitatori su base annua e hanno fatto scorrere fiumi d’inchiostro sulle motivazioni di questa grande risposta della città. A premiare il progetto, il taglio ambizioso, che questo possa rappresentare un crocevia di arte, musica e altre attività culturali, da un lato e dall’altro l’interpretazione dello spazio dato dell’architetto Rota. Sono previste infatti preview di spettacoli musicali, proiezioni di frame di film in collaborazione con la Cineteca, oltre a progetti che coniugheranno arte e moda, come annuncia Marina Puglese, direttrice del museo. “Lo spazio espositivo non è stato trattato come un’architettura, -dice Rota- ma come un’installazione. Le installazioni esistono solo quando le visitiamo con il nostro corpo e il Museo del Novecento esiste se percorso”.
Dopo essere accolti dal Quarto stato di Pelizzada Volpedo, grande attenzione al futurismo di Boccioni, Balla e Previati, e sale monografiche dedicate a Moranti e De Chirico. Una passeggiata che percorre tutto il Novecento rappresentandone le principali correnti artistiche: astrattismo, post impressionismo, informale, arte cinetica, optical, pop, arte povera. Oltre alle immancabili opere dei nomi che hanno caratterizzato l’arte del novecento: Picasso, Braque, Kandjnski, Klee, Modigliani, Matisse, Mondrian. Ritagliatevi un’ora. È da vedere.

1 Commenti

Una risposta a “Milano: Museo del 900”

  1. Home Page scrive:

    It is actually a great and useful piece of info.

    I am satisfied that you shared this helpful information with us.
    Please stay us informed like this. Thanks for sharing.

Lascia un Commento